(VIDEO) TARANTO-ANDRIA 1-3. IL SERVIZIO DI G.SEBASTIO

La dott.ssa Vera Corbelli, “Commissario Straordinario per l’attuazione dell’intervento di
messa in sicurezza e gestione dei rifiuti pericolosi e radioattivi siti nel deposito ex Cemerad,
nel territorio del Comune di Statte (TA)”, questa mattina ha effettuato un sopralluogo nei locali
ex Cemerad dove sono depositati da più di quindici anni gli oltre 16.500 fusti contenenti i rifiuti
radioattivi.
Dopo la rimozione dei sigilli , da parte del Nucleo Anti Sofisticazione e Sanità dell’Arma dei
Comando Carabinieri, lo stesso Commissario Straordinario – con il supporto dei tecnici del
proprio Staff, successivamente ai rilievi ed alle misurazioni effettuate dall’Esperto Qualificato
coadiuvato dal personale della Fisica Sanitaria Operativa della SOGIN (Società di Stato con la
quale la dott.ssa Corbelli ha sottoscritto apposito accordo di collaborazione per l’assistenza
tecnico-specialistica) – ha avviato i primi rilievi sul posto.
Al sopralluogo hanno partecipato il sindaco di Statte nonché i rappresentati della Prefettura,
della Questura, del Comando Provinciale dei Carabinieri, del Comando Provinciale della
Guardia di Finanza, del Corpo Forestale dello Stato, dei Vigili del Fuoco, dell’ISPRA, dell’ARPA e dell’ASL.
Gli esiti delle operazioni svolte saranno illustrati domani mattina (21 giugno) alle 11.00 in Prefettura a Taranto, via Anfiteatro 4, nell’ambito di una Conferenza Stampa.
In tale occasione saranno anche rappresentate le attività preliminari sino ad oggi effettuate e le
principali “linee” delle azioni future, così come definite nel cronoprogramma operativo, che ha come obiettivo finale la messa in sicurezza del sito. Alla stampa sarà distribuito anche un video
contente le immagini delle principali operazioni svolte nella mattinata.
Lo scenario tecnico-operativo posto in essere si inserisce in quello più ampio ed articolato che interessa l’area dichiarata ad elevato rischio di crisi ambientale di Taranto, il cui Commissario
Straordinario è la stessa Dott.ssa Vera Corbelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *