WEEK-END FERRAGOSTO, IL BILANCIO DEI CONTROLLI DELLA POLIZIA DI STATO

Ferragosto tranquillo grazie all’impegno del dispositivo attuato dalla Polizia di Stato.
Il fine settimana di Ferragosto è trascorso all’insegna della serenità dei cittadini che hanno potuto opportunamente godere del giusto periodo di riposo.
Ad agevolare il periodo feriale, lo sforzo degli uomini della Questura di Taranto, impegnati nell’intera provincia jonica con tutte le altre Forze dell’Ordine e le Polizie Locali competenti per territorio per i consueti controlli del territorio, particolarmente intensificati per l’occasione.
Particolare attenzione di tutto il personale impiegato sul territorio è stata rivolta anche e soprattutto al rispetto delle vigenti normative “anti-covid”, che prevedono il distanziamento sociale e il divieto di assembramento:
Luoghi d’incontro, zone particolarmente frequentate da giovani e spiagge sono state oggetto di una costante presenza di uomini e donne in divisa.
I cento agenti della Polizia di Stato, della Questura, dei Commissariati territoriali e di tutte le specialità che hanno presidiato il territorio, hanno proceduto al controllo degli esercizi pubblici e vigilato sull’osservanza delle norme del Codice della Strada sulle principali arterie stradali.
Nelle serate del 14 e del 15 agosto, nel capoluogo, da Viale del Tramonto a Lido Azzurro , sono stati istituiti particolari servizi preventivi e di controllo per evitare gli “accampamenti selvaggi” e scongiurare pericolosi assembramenti, alla luce del nuovo aumento dei contagi da nuovo coronavirus.
Grazie a quest’attività preventiva di monitoraggio del territorio, numerose le tende e i gazebo rimossi ed è stata evitata anche l’accensione dei fuochi in spiaggia, vietati e pericolosi per la salute e per la sicurezza pubblica.
Attività che è stata estesa su tutta la litoranea Jonico – Salentina con gli uomini del Commissariato di Manduria impegnati anche nel controllo della viabilità stradale e nel rispetto delle norme del codice della strada, con particolare attenzione all’uso dei caschi per i motociclisti e alla guida in stato di ebbrezza alcolica.
Il personale della Divisione Polizia Amministrativa della Questura ha svolto i consueti controlli amministrativi presso gli esercizi pubblici finalizzati alla verifica del rispetto della normativa di settore.
Sono state accertate complessivamente 7 violazioni alla normativa vigente ed elevati verbali di contravvenzione per un totale € 5.400.
Le violazioni contestate vanno dal mancato rispetto delle prescrizioni contenute nell’autorizzazioni comunale e nella mancanza delle previste certificazione sulla somministrazione di alimenti e bevande.
Servizi di contrasto anche all’abusivismo commerciale con il sequestro di un centinaio di prodotti contraffatti delle più famose griffe nazionali ed internazionali.
Particolare impegno anche per i poliziotti della Polizia Ferroviaria, impegnata nello scalo jonico nel controllo dei viaggiatori in arrivo da altre regioni, e per quelli Polstrada nel tratto autostradale di competenza e lungo le arterie di maggior traffico veicolare a scorrimento veloce della provincia.
Complessivamente 13 sono state le persone, in gran parte in giovane età, che sono state segnalate alla Autorità competenti perché trovate in possesso di sostanze stupefacenti.
Nel Borgo Umbertino del capoluogo, insolitamente affollato durante questo fine settimana , due parcheggiatori abusivi sono stati fermati ed allontanati dagli uomini della Squadra Volante, uno di questi già destinatario del DASPO Urbano è stato denunciato in stato di libertà .
Il consuntivo di questi giorni fa registrare 421 le persone e 223 i veicoli controllati. 13 automezzi sono stati posti sotto sequestro perché privi della prevista polizza assicurativa e sette carte di circolazione sono state ritirate in quanto senza la regolare revisione obbligatoria.
I servizi continueranno anche nelle prossime settimane per tutti coloro che approfitteranno degli ultimi giorni di agosto per godersi un po’ di meritato riposo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *